Marco Pellegrini

25 novembre 2016

LE RADICI SPIRITUALI DEL RINASCIMENTO

 

“La serata a Loppiano costituirà una sorta di anteprima: credo sia l’ambiente migliore per provare a illustrare in termini semplici e persuasivi il percorso di ricerca volto ad indagare le radici spirituali del Rinascimento, esplorando questo fondamentale passaggio storico quale fenomeno religioso, profetico e mistico”.

 

Interpellato dalla redazione del portale dello IUS, il professor Marco Pellegrini ha presentato così la “Cattedra di Sophia” del 25 novembre prossimo, che a partire dalle 18.00 lo vedrà relatore della lectio magistralis intitolata “Le radici spirituali del Rinascimento”, prevista nell’Auditorium di Loppiano con l’introduzione di Piero Coda, preside di Sophia. Un tema di fatto precursore dell’approfondimento che il professor Pellegrini sta assemblando con l’intento di dare alle stampe per il 2017 un volume dedicato alla ricerca.

 

“A Loppiano - afferma Pellegrini - proporrò la condivisione della tesi di base cui sto lavorando, per la quale tutta la storia dell’uomo è un succedersi di esperienze di 'renovatio', ossia di rinascimento e rinnovamento: gli stessi presupposti cristiani del Rinascimento, come spiegherò, sono il risultato di intuizioni e concetti già presenti nel Medioevo e di fatto molto presenti nella tradizione occidentale di molti secoli”.

 

“Se ripercorriamo le riflessioni di più padri della Chiesa - riflette Pellegrini - notiamo come espressioni, quali ad esempio ‘un mondo che invecchia’, ricorrano puntualmente quasi a rivendicare come l’affermazione stessa del Cristianesimo sia uno slancio di rinnovamento, come ciclicamente avviene in epoche storiche diverse. Questo, per molteplici padri della Chiesa, non vuole essere una sorta di accantonamento del concetto di attesa messianica, ma una continua esortazione all’uscita da vecchie certezze che lasciano spazio a una realtà sempre nuova che si ripropone in base a segnali già manifesti, come d’altra parte gli stessi annunci dei profeti dimostrano in chiave di speranza”.

 

Marco Pellegrini è studioso di storia dell’Italia rinascimentale, dedicatosi in particolare all’approfondimento sulla Guerra santa tra tardo Medioevo e Rinascimento, ma anche all’Umanesimo e ai processi di pace in questi frangenti storici. Professore associato di Storia moderna, insegna Storia del Rinascimento e Storia delle Religioni all’Università di Bergamo, come è possibile evincere dal suo curriculum. Tra i testi pubblicati a sua firma, menzioniamo i più recenti dati alle stampe nel 2015: “Guerra santa contro i turchi” (Il Mulino 2015) e “Umanesimo. Il lato incompiuto della modernità” (Morcelliana, 2015).

 

Le sollecitazioni di Papa Benedetto XVI, a ripensare le radici cristiane rispetto alla formazione dell’identità europea, ed il dinamismo rinnovatore del papato di Francesco hanno concorso a stimolare in particolare questo settore di studio di Pellegrini il quale, dopo una visita a Loppiano ai primi dello scorso gennaio, è stato invitato dallo IUS a condividere la sua esperienza di storico di ambito rinascimentale.

 

Rivedi qui la DIRETTA STREAMING

 

 


Newsletter Sitemap Contacts Faq
Licenza Creative Commons
Sophia Home