aurora a Loppiano711

Workshop Spazio Europa

Per esplorare nuovi paradigmi

 

Aprire a Sophia nuovi percorsi di ricerca e formazione sui temi della costruzione europea è stato l’obiettivo dello scorso 29 aprile. Con il contributo di venti studiosi, un’occasione per attivare sinergie e collaborazione tra attori diversi.

 

29 aprile 2017. L’Europa ha bisogno urgente di nuovi paradigmi, per decifrare e rispondere con efficacia alle sfide che le trasformazioni in atto a livello globale impongono. Non solo a livello istituzionale, in quanto Unione in atto di 27 paesi, ma anche a livello di popoli e di culture che arricchiscono di profonde diversità il Vecchio Continente. Alla ricerca accademica è chiesto di contribuire alla riflessione sul ruolo che oggi l’Europa può giocare sullo scacchiere globale, mettendosi in dialogo con la società civile e con i numerosi contributi ed esperienze che oggi mostrano rinnovate piste di integrazione e di unità. Il compito, quindi, è di riscoprire il contributo della cultura europea e rilanciarne la dimensione integrante, alla luce del complesso tessuto che caratterizza la vita dei popoli e delle nazioni.


Aprire uno spazio per l’Europa all’interno del progetto accademico dell’Istituto Universitario Sophia è stato l’obiettivo del Workshop dello scorso 29 aprile, a cui hanno partecipato venti studiosi che a diverso titolo collaborano con l’Istituto, con alcuni studenti e dottorandi. In particolare, la giornata di lavoro è stata l’occasione per attivare sinergie e collaborazione tra attori diversi, chiamati a immaginare nuovi percorsi di ricerca e di formazione con tema l’Europa.


Il primo di questi attori è Sophia Global Studies, il Centro di ricerca e formazione sui temi e i processi globali da pochi mesi istituito e che sta muovendo i suoi primi passi. Il Centro sarà ufficialmente inaugurato il prossimo 23-24 ottobre 2017, in occasione dell’apertura del decimo anno accademico di Sophia. Come ha spiegato Paolo Frizzi, suo coordinatore accademico, “Spazio Europa rappresenta uno dei suoi progetti portanti e, in questa fase di implementazione preliminare, giocherà un ruolo significativo nella definizione ed esplicitazione dell’offerta formativa e di ricerca”.


Il secondo attore è Léonce Bekemans, Cattedra Jean Monnet ad personam su “Globalizzazione, Europeizzazione, Sviluppo Umano”, insieme al quale Spazio Europa è stato pensato e organizzato. Come illustrato da Bekemans, le cattedre Jean Monnet sono elementi portanti del programma europeo per l’educazione e questo specifico insegnamento è particolarmente in sintonia con i propositi e gli obiettivi del Centro Global Studies in quanto arricchito da una dimensione intrinsecamente interdisciplinare e multi-livello, dove l’attenzione è posta sullo sviluppo umano, sui processi di integrazione e sui valori di cittadinanza, istruzione e dialogo interculturale.


Terzo attore coinvolto è il progetto Insieme per l’Europa, che nei propositi del workshop simboleggia il coinvolgimento della società civile europea. Insieme per l’Europa, che sabato 29 aprile era rappresentato da una delegazione del gruppo di coordinamento internazionale, dal 2004 vede convergere centinaia di comunità e movimenti cristiani del continente per dare un contributo condiviso allo sviluppo di una cultura europea di unità e pace.


Un contributo importante ai lavori è stato portato da Vincenzo Buonomo, docente di Diritto e Organizzazioni  internazionali presso la Pontificia Università Lateranense e a Sophia, che ha messo in luce alcuni ambiti di riflessione particolarmente urgenti, entro cui il programma può trovare uno specifico ruolo da giocare. 


A chiudere i lavori è intervenuto Piero Coda, preside dello IUS, che ha ricordato come la riflessione sull’Europa sia centrale nel progetto accademico dell’Istituto, soprattutto in un momento di crescita e di sviluppo che sta portando Sophia ad aprire sedi locali fuori dal continente europeo. Con una metodologia caratteristica che si avvale di un approccio tipicamente interdisciplinare, interculturale e del legame tra l’ambito teoretico e quello applicativo.


La strada è aperta: prossimo appuntamento l’inaugurazione di Sophia Global Studies, il prossimo 23-24 ottobre, occasione ulteriore per amplificare al cuore dell’Europa la sua insopprimibile vocazione alla relazione e all’unità.

Autore: Redazione Web
Newsletter Sitemap Contattaci Faq
Licenza Creative Commons
Sophia Home