Vienna_testata711

2017-2020 Progetto accademico per il dialogo

“Pensare e a costruire un'Europa di ponti e non di muri”

 

Il 22 giugno 2017 si è riunito a Vienna un gruppo internazionale di esperti nella sede di transform!Europe, il think-tank della Sinistra Europea, per sondare la possibilità di un corso universitario di dialogo, avente come meta il 2020. Fautori di questo ambizioso progetto sono l’Istituto Universitario Sophia – che fa parte della rete delle università pontificie -, l'Università greca del Mar Egeo e transform!europe. I partecipanti all’appuntamento viennese provenivano da Grecia, Italia, Belgio e Au-stria; ulteriori contributi scritti erano stati inviati da professori francesi e tedeschi.

 

Nel quadro di un crescente dialogo tra cristiani e membri della Sinistra politica, ormai avviato da tempo, si sono programmate come primo passo due Scuole estive, nelle quali docenti e studenti insieme esploreranno anzitutto spazi di dialogo possibile. In una fase successiva, si dovrà lavorare sulle sfide europee e si tratterà di sperimentare e praticare un dialogo che vada aldilà delle Weltanschauungen attuali.


Sin dall’udienza di Alexis Tsipras, primo ministro greco e Walter Baier, coordinatore austriaco di transform!Europe, con Papa Francesco il 18 settembre 2014, i contenuti di questa proposta sono precisi: guerra e pace, povertà e giustizia sociale, vie d'uscita dalla crisi ecologica, e un approccio umanistico alla crisi migratoria scatenata dai fenomeni elencati.
Il corso europeo intende formare ed esercitare gli studenti partecipanti a pensare e a costruire un'Europa di ponti e non di muri. In questo quadro, politica, economia e tutti i settori della vita sociale sono a servizio delle persone e delle comunità ed i suoi cittadini costruiscono il loro futuro in libertà, uguaglianza, fraternità solidale e partecipazione democratica, non tralasciando la responsabilità dell’Europa per il mondo.


Su iniziativa del Ministro dell'Istruzione greco Kostas Gavroglou, la prima Summer School si terrà in una delle sedi dell'Università del Mar Egeo nel mese di settembre 2018, sull'isola di Syros. A questo scopo partecipa al gruppo di esperti convenuti a Vienna anche la Vice-Rettrice dell'Università greca, Alexandra Bounia.


La riunione a Vienna fa seguito a una serie di meeting e seminari tenuti tra rappresentanti del Vaticano e il think-tank della Sinistra Europea. Nel marzo 2017 due esponenti della Sinistra marxista, Michael Löwy (sociologo e filosofo presso il Centre national de la recherche scientifique/CNRS di Parigi) e lo stesso Walter Baier, su invito dell'arcivescovo Vincenzo Zani, Segretario della Congregazione vaticana per l'Educazione, sono intervenuti ad un convegno promosso dall’Università cattolica di Milano, sede di Brescia, sui 50 anni della Populorum Progressio. Altri due seminari hanno avuto luogo nella sede dell’Istituto Universitario Sophia, sostenuti dal Movimento dei Focolari. Il seminario dello scorso aprile era dedicato al messaggio di papa Francesco sul tema della non-violenza, svolto in occasione della 50esima Giornata Mondiale della Pace del 1 gennaio 2017.


Le commissioni composte a Vienna avvieranno i lavori nei mesi estivi e si incontreranno in autunno a Castelgandolfo; la prossima riunione vedrà anche il qualificato intervento di mons. Zani, che metterà in luce le sfide e le opportunità del progetto nell’ottica dell’orizzonte educativo europeo.

 

A cura di: Franz Kronreif - 16.6.2017
Comunicato stampa pubblicato dalla Agenzia cattolica austriaca Kathpress

Newsletter Sitemap Contattaci Faq
Licenza Creative Commons
Sophia Home